Per la disfunzione erettili rimedi ve ne sono relativamente molti. Non tutti sono ricollegabili ad un trattamento famacologico, quanto piuttosto al trattamento di una condizione psicologica pre-esistente il disturbo, o ancora ad una prevenzione della patologia con uno stile di vita sano ed equilibrato.

Ma andiamo con ordine. Medici esperti e competenti sapranno rispondere a tutte le domande circa la disfunzione erettile e i suoi rimedi. Ma per disfunzione intendiamo più facilmente e banalmente la non corretta funzione, appunto, dell’apparato riproduttivo maschile. Un argomento complesso da affrontare tanto in coppia quanto da soli, difficile talvolta da ammettere e per questo curare, o tentare di migliorare.

Infatti ancora oggi tali problematiche inerenti la sfera sessuale maschile, sono non solo difficili da affrontare, ma anche complesse da risolvere: questo perché l’approccio al problema è infelice, dettato da momenti di intimità non vissuti con serenità e spesso causa di moti di ira da parte di chi ne soffre, e talvolta persino di depressione.

Il fumo, l’abuso di droghe, di alcolici e uno stile di vita sedentario e spesso pigro dovuto al lavoro d’ufficio e alla mancanza di attività fisica, possono concorrere a situazioni di difficoltà nella sfera sessuale di un uomo.

Il grande ostacolo può essere però dato da contesti emotivi irrisolti. Traumi che si ripropongono, o anche solo depressione latente non riconosciuta o curata. La disfunzione erettile può essere infatti campanello d’allarme di patologie sommerse, che possono e devono essere indagate da professionisti del settore.

Rivolgersi quindi ad un medico per conoscere e indagare meglio la propria disfunzione, può essere un passo veloce e risolutivo per migliorare le proprie prestazioni intime, ma anche per parlare con il proprio partner di questioni irrisolte e spingerlo a lasciarsi aiutare. Tante volte infatti sono proprio i partner a cercare di aiutare il proprio compagno a scoprire le cause del problema, con dolcezza e accoglienza.