Allo stesso modo di come avviene per la pasta, molte persone preferiscono affidarsi a varianti alternative, e forse meno conosciute, di quelle tradizionali. Tra le più gettonate vi sono quelle realizzate con la farina di semola. Si tratta di una farina tipica del sud Italia, apprezzata specialmente in Sicilia e in Puglia. Il pane di semola a Galatina è facile distinguerlo per il suo aspetto, rispetto alle altre farine: infatti presenta un colore giallastro ed una consistenza più granulosa rispetto alla classica farina bianca.

Da sempre il pane di semola è considerato un bene rifugio, quello che non deve mancare nella dispensa, perché è in grado di saziare e con l’abbinamento di pochi ingredienti diventa un pasto completo.  È conosciuto anche come pane di grano duro, nelle sue varianti più rinomate come il pane pugliese e quello di Altamura. Il pane di semola è caratterizzato da una crosta croccante e spessa e da una morbida mollica interna. Si tratta di una semola a basso tenore di ceneri, per cui la pasta non scurisce nel tempo.

La farina di semola di grano duro ha tantissime proprietà e benefici: sono caratteristiche che rendono questo prodotto unico e alla base di ogni alimentazione sana. Il colore giallo tipico del grano duro segnala la presenza di carotenoidi (luteina e beta-carotene) sostanze antiossidanti particolarmente benefiche nel contrastare l’invecchiamento cellulare. Ha un indice glicemico più basso rispetto alle farine di grano tenero, quindi rilascia energia nel tempo evitando picchi e conseguenti bruschi cali di glicemia nel sangue. Il pane di semola è inoltre ricco di glutine ed altamente proteico, contiene carboidrati complessi e anche vari gruppi di vitamine. Perfetto da solo, per preparare deliziose bruschette o per ricreare i piatti della tradizione, il pane di semola è una vera delizia!