Ecco 7 modi in cui la fecondazione assistita può aumentare esponenzialmente le possibilità di una coppia di godere di una gravidanza e un parto sani.

  1. La fecondazione assistita funziona dove falliscono altri trattamenti per l’infertilità. In alcuni casi, i pazienti passano attraverso una serie di diversi trattamenti per la fertilità prima di arrivare al metodo della fecondazione in vitro: farmaci per la fertilità, inseminazione intrauterina e così via. Tuttavia, ci sono alcune diagnosi di infertilità che indurranno il medico a raccomandare la fecondazione in vitro sin dall’inizio, in modo da non perdere tempo e denaro in trattamenti per la fertilità che hanno meno probabilità di funzionare. Questi includono diagnosi di infertilità come tube di Falloppio bloccate, grave fattore di infertilità maschile, riduzione delle riserve ovariche e / o età materna avanzata (in genere qualsiasi donna di età superiore ai 38 anni).
  2. Può essere usata da chiunque. La fecondazione assistita non è limitata alla madre del bambino, ma può essere utilizzata anche da portatori surrogati o gestazionali, in modo che una serie di persone possa diventare genitori e partecipare alla gravidanza e all’esperienza lavorativa. Ciò include coppie dello stesso sesso, donne che non sono fisicamente in grado di portare un bambino a termine o donne single, per citarne alcuni.
  3. Puoi usare le uova donate e / o lo sperma. Ci sono momenti in cui uno specialista della fertilità può raccomandare l’uso di ovuli e / o spermatozoi donati. In questi casi, l’ovulo può essere fecondato manualmente in clinica e un embrione risultante e vitale può essere utilizzato per la fecondazione in vitro, il che aumenta le possibilità di rimanere incinta la prima o la seconda volta.
  4. Aumenta le tue possibilità di avere un bambino sano. Lo screening genetico è una potente tecnologia che aiuta a far nascere sano il tuo bambino. Utilizzando lo screening genetico – chiamato test genetico preimpianto (PGT) – è possibile garantire che i feti utilizzati durante la fecondazione assistita siano privi di marcatori genetici noti. Questi possono essere collegati a condizioni mediche potenzialmente letali come la fibrosi cistica, la sindrome di Down, l’anemia falciforme e la malattia di Tay Sachs. I test non vengono eseguiti in modo arbitrario ma, piuttosto, se la madre e / o il padre verificano positivamente queste malattie o se esiste una storia familiare di gravi malattie geneticamente legate.

Fecondazione assistita, c’è la Clinica Villa Margherita per te

È operativo il Centro di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) che si andrà ad affiancare a tutte le proposte di diagnostica che sono da sempre il fiore all’occhiello di Clinica Villa Margherita.

Grazie alla professionalità del Team di esperti di Clinica Villa Margherita, guidato dal Dott. Giannini, nel settore fecondazione assistita, e alle metodiche tecnologicamente all’avanguardia, ogni coppia troverà risposte chiare e soluzioni adeguate attraverso un percorso personalizzato a seconda delle specifiche necessità