Realizzare un buon pane fatto in casa è sicuramente una delle più grandi soddisfazioni. Il pane è infatti un alimento molto amato e presente da sempre sulle nostre tavole. Perfetto per accompagnare contorni e secondi piatti, così come per realizzare una buona merenda, questo alimento viene generalmente acquistato al supermercato o in panetteria. Sono infatti ancora poche le persone che scelgono di cimentarsi nella realizzazione del pane fatto in casa, in quanto si tratta di un procedimento che richiede molta attenzione e tanta pazienza. Fondamentale è ad esempio la realizzazione dell’impasto, che deve essere effettuato a regola d’arte. Gli ingredienti sono infatti molto semplici e ciò che conta è proprio il modo in cui il cuoco comincia a impastare acqua e farina. Non solo, anche le farine svolgono un ruolo molto importante e possono condizionare in maniera decisiva il risultato finale.

Come fare il pane in casa: da dove cominciare

Il consiglio, in questi casi, è di affidarsi a farine professionali, capaci di garantire la qualità dei grani migliori. Queste farine sono inoltre pensate per la realizzazione di varie tipologie di pane. Come accade con la pizza, infatti, anche questo alimento può essere realizzato nei modi più diversi, dando vita a prodotti anche molto differenti tra di loro. Prima di scegliere la farina giusta, è bene perciò considerare questo aspetto e tener bene a mente la tipologia di pane che si intende realizzare.

Farina per panificazione: scopri quella giusta!

Solo a questo punto, è possibile procedere con la ricetta vera e propria, avendo cura di seguire il procedimento in ogni sua parte. Quando si deve lavorare l’impasto, infatti, è sufficiente anche una piccola variazione per ottenere un risultato poco soddisfacente. Un segnale a cui prestare attenzione è ad esempio quello per cui l’impasto si presenta appiccicoso. In questo caso è bene fermarsi ed aggiungere farina, così da renderlo elastico e più lavorabile.