Si tratta di una soluzione innovativa e dall’impatto estetico elevato, che vede protagonista il marmo ultrasottile per l’arredamento. Grazie a questo tipo di lavorazione, è possibile produrre oggetti e complementi di arredo molto originali e speciali, tra cui anche il banco bar onice retroilluminato.

Questa azienda di riferimento, in particolar modo, è dal 1996 specializzata in questa tipologia di produzione, di oggetti e prodotti che vengono commissionati da aziende e architetti prestigiosi.

Nel corso di tutti questi anni di attività, l’azienda che ha sede a San Donà del Piave (VE), ha inoltre depositato quattro brevetti relativi a varie tipologie di prodotto, realizzate sempre con il marmo ultrasottile.

Quali sono le principali caratteristiche del prodotto? La lastra di marmo ultrasottile ha uno spessore minimo di 0.5 mm. Ogni pannello può avere una dimensione massima di 300 x 80 cm. La punta di diamante della produzione consiste in una lastra di marmo di 3-4 mm che viene accoppiata a 1 mm di vetro-resina. Si tratta del prodotto senza dubbio più richiesto e versatile, che si presta alla realizzazione di splendide lampade ad esempio, veri e propri oggetti di design, ma non solo.

Grazie a questo pannello è possibile anche produrre mobili, pannelli per pareti e altre numerose tipologie di arredi.

I vantaggi principali di questo materiale, rispetto a tanti altri, risiedono innanzitutto nella naturale e straordinaria translucentezza che lo caratterizza. Infatti proprio per il fatto che la lastra è così sottile, la luce riesce a filtrare, come nel caso del banco bar retroilluminato, creando effetti cromatici e luminosi di grande effetto.

Anche la leggerezza del materiale fa sì che l’intero arredo risulti più maneggevole. Infatti, la stessa console a ponte del peso di 150 kg, se realizzata in marmo, pesa soltanto 15 kg, se invece si opta per la lastra di marmo ultrasottile.

Infine va sottolineato che il marmo ultrasottile ha una robustezza di gran lunga maggiore di quello tradizionale.